Se non esistesse il sole...

Milano, 7 maggio

C’era il sole il giorno che mia madre mi diede alla luce. E probabilmente, quel sole, mi è rimasto dentro. 

Infatti, appena posso, lo vado a trovare: mare, montagna, collina, lago. 

Non importa dove, ma la luce del sole, per me, è di vitale importanza ed è proprio quella luce che mi colpì e affascinò quando, all’età di 10/11 anni, mi feci regalare da mio padre la mia prima telecamera (mi regalò anche la mia prima chitarra, ma questa è un’altra storia), con la quale iniziai a girare i primi video, e scoprii che alla base del video e della fotografia, c’era proprio lei: la luce.

Quindi, se faccio quello che faccio e sono quello che sono, molto lo devo al sole.

Ed in effetti, le persone dicono di me che io sia proprio una persona solare, sempre sorridente, di buon umore, capace di creare sin da subito delle ottime relazioni.

Ho viaggiato tanto e ho vissuto molte vite in una sola.

Questo viaggiare e conoscere persone, mi ha fatto capire quante cose, ancora, non conosco e quanto vorrei imparare per soddisfare la mia curiosità e la voglia di sapere.

Ma la vita è una sola e va presa così, come viene, con leggerezza, con un po’ di fortuna, ma con tanto impegno perché, se bisogna fare qualche cosa, bisogna farla al massimo. Sempre.