Come mai la musica è così importante per un matrimonio? I segreti del DJ

Siamo circondati dalla musica.

Ogni giorno migliaia di canzoni vengono suonate alla radio, in televisione, in internet, nei nostri smartphone, nei nostri lettori mp3.

Decine e decine di canzoni scritte, suonate, interpretate, uscite da un talent, a volte indimenticabili, evergreen, a volte solo di passaggio.

Canzoni che ricordano un momento, che sottolineano uno spot, che accompagnano la scena di un film, che danno potenza alle immagini di un documentario.

Canzoni che segnano il percorso della nostra vita, da quando nella culla ci venivano cantate dalla mamma.

Per poi passare alle sigle dei cartoni animati.

Alle prime serate in discoteca.

Ai primi karaoke.

Sino ad arrivare al giorno del nostro matrimonio dove, spesso superficialmente, pensiamo che la musica servirà solamente per far ballare i nostri ospiti.

Ma la realtà è diversa.

La musica che dovrà essere scelta il giorno del nostro matrimonio è fondamentale, importantissima, perché racchiude tutti i ricordi e le emozioni di una vita passata prima da soli, poi con la nostra compagna/o.

E dunque, quale musica scegliere, come creare una giusta playlist e soprattutto a chi affidarsi?

Innanzitutto bisogna mettersi nelle mani di qualcuno che abbia una cultura musicale ampia, che apprezzi generi diversi e non sia “fossilizzato” solamente su uno stile musicale (es: latino, disco, techno, revival, ecc.)

Quindi qualcuno che abbia suonato in contesti differenti: matrimoni ma anche hotel, eventi aziendali, locali, villaggi vacanze, navi, discoteche.

Possibilmente non solo nella nostra città ma che abbia viaggiato e quindi conosca diversi stili.

Poi dobbiamo sederci, raccogliere le idee e pensare alla nostra vita, sin dalla nostra infanzia, la nostra fase adolescenziale e ricordarci che cosa ci piaceva, quali canzoni ci vengono in mente, quali musiche hanno sottolineato la nostra storia.

Iniziare a scrivere, parlarne con la nostra compagna/o, condividere assieme i gusti musicali e i momenti di vita passata insieme.

Sicuramente ci sarà, nella nostra storia di coppia, una canzone che ci ricorderà il primo bacio, la nostra prima vacanza insieme, il nostro week end romantico, la nostra ubriacatura, la festa di un amico, la serata in un locale di tendenza.

Una volta scritta la lista con le nostre personali canzoni, bisognerà condividerla con la persona che poi le suonerà al nostro evento.

Durante l’incontro per definire il DJ o il musicista, bisognerà far capire i nostri gusti, le nostre tendenze, in modo che poi, chi dovrà sostenere musicalmente la giornata, potrà essere autonomo e libero di scegliere tra una ampia playlist e poi, chiaramente, metterci il suo tocco personale.

Data la mia lunga esperienza come Dj e come musicista, sia da solo che come frontman di una live band, nonché come autore e compositore, vorrei dare dei consigli musicali per non farvi sbagliare e far ricordare a tutti il giorno in cui vi sposerete.

I momenti musicali di matrimonio sono diversi:

1 – CERIMONIA NUZIALE IN CHIESA

Consiglio sempre la musica dal vivo. Organo e voce, Violino e organo, Chitarra e violino. Ogni accoppiata è giusta.

Le canzoni da scegliere: chiaramente le classiche melodie da cerimonia, sia classiche che liturgiche, ma anche cover internazionali (ad esempio Halleluya di Cohen, Amazing grace, Father and son, Let it be, Imagine).

2 – RICEVIMENTO

Il ricevimento è importante perché fa capire immediatamente agli ospiti che arrivano alla location scelta per il rinfresco, come sarà la giornata che seguirà.

Il rinfresco ha diversi momenti da scandire con musiche diverse:

APERITIVO: consiglio o la musica dal vivo, magari un duo di chitarristi o una live band che suoni jazz e blues, oppure un DJ che suoni musica ambient e lounge ma va bene anche un quartetto d’archi che suoni musica classica e cover. L’importante che il volume sia moderato in modo da poter permettere alle persone di parlare.

PRANZO/CENA: consiglio una musica di sottofondo, dato che oggi, spesso, il momento conviviale del pranzo/cena dura poco, preferendo un aperitivo più ricco.

TAGLIO DELLA TORTA: questa dovrà essere la musica che più rappresenterà la nostra storia d’amore. Se poi viene suonata dal vivo, l’effetto è dirompente.

PRIMO BALLO: non fatelo mai mancare. Aiuta a far capire alle persone che è il momento di unirsi agli sposi nella pista, celebra l’amore e sottolinea il passaggio di consegne della sposa dalla famiglia e dai propri genitori al proprio nuovo marito.

BALLO: consiglio sempre di iniziare con una live band che suona i successi del momento e anche qualche brano revival che piacciono sempre a tutti. 

Anni ’60, ’70 e cover internazionali sono sempre la chiave del successo per una pista che si diverte.

Dopo un paio di ore di musica dal vivo, fate entrare in scena il Dj per far scatenare i giovani e gli amici.

Non ve ne pentirete.

Spero di avervi dato degli ottimi consigli e se avrete bisogno di me, saprete dove cercarmi.

Marco Bertani – mbmusica.com

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *